Sonny Landreth – Bound By The Blues (Provogue/Mascot Rec., 2015)

Landreth

Giunto al suo nono disco, Clyde Vernon Sonny Landreth III, decide di tornare verso i suoni puri ed intensi del blues paludoso e classico, tralasciando le recenti incursioni solo strumentali presenti nel precedente “Elemental Journey” del 2012.
Dopo essere stato corteggiato in passato da decine di musicisti (ricordo tra i tanti Jimmy Buffett, John Hiatt, Buddy Guy e Mark knopfler) per la sua personalissima tecnica nel suonare la chitarra (battezzata “slydeco”, perchè capace di fondere il sound con quello tradizionale Zydeco), con lo slide sistemato sul dito mignolo, in modo da avere le altre tre dita libere per l’esecuzione degli accordi, quindi riconoscibile tra mille altre, ha costruito un disco dai suoni più classici, come la rivisitazione della canzone di Tampa Red “It Hurts me Too”, un lentaccio d’atmosfera con la slide tagliente che ti porta dalle parti dei bayou oppure “Cherry Ball Blues” di Skip James dal sound piu’ hard, con un incredibile assolo centrale, oppure la rilettura del celebre classico “Key to the Highway” suonata per essere ascoltata on the road, su una strada assolata. “Walkin’Blues” di Son House è un altro esempio delle canzoni che ama proporre Sonny, dove la slide è la padrona incontrastata, con continui feroci ed energici assoli.
“Where they Will” è una ballata rarefatta e notturna, mentre il classico “Dust My Broom” (R.Johnson/Elmore James) è un hard boogie shuffle selvaggio, passando per un sentito omaggio strumentale a Johnny Winter in “Firebird Blues” con virate hard blues e funky.

Alla fine del disco si è quasi esausti dalla forza, dalla furia e dalla grinta che Sonny Landreth e soci (è aiutato da una grande sezione ritmica, con la batteria di Brian Brignac ed il basso di David Ranson) ci mette nel proporre la sua musica. Ed il risultato è uno dei suoi dischi più riusciti, soltanto un gradino sotto “South of I-10” del ’95 e Levee Town del 2000, anche se quelli erano degli ottimi esempi di roots rock contaminato dal blues del sud degli states, mentre qui siamo di fronte ad un vero disco di blues energico e diretto.

Voto:7,5

Tracklist:

1. Walking Blues
2. Bound By The Blues
3. The High Side
4. It Hurts Me Too
5. Where They Will
6. Cherry Ball Blues
7. Firebird Blues
8. Dust By Broom
9. Key To The Highway
10.Simcoe Street

Per maggiori informazioni visitate: http://www.sonnylandreth.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...