Ellis Hooks – Needle In A Haystack ( Blues Boulevard Rec., 2015)

E.H.

Ellis Hooks, chitarrista di sangue misto proveniente dall’ Alabama, incarna gli aspetti migliori delle tradizioni musicali Blues, Soul e Gospel del sud degli States. Il suo primo album “Undeniable” uscito nel 2002 si rivelò sorprendente e di ottima qualità, con la sua miscela di suoni black ma in particolare rimane impressa la sua voce, che ricorda quelle suggestive di alcuni grandi artisti come Little Milton, Sam Cooke e anche Otis Redding: il suo timbro baritono bagnato nel soul è ormai un marchio indelebile. Con fraseggi chitarristici che a volte ricordano un Robert Cray meno tirato a lucido ma più spesso un sound debitore ai Rolling Stones, il nuovo lavoro di Ellis Hooks si collega con il passato guardando al futuro. L’album è stato co-prodotto da Jon Tiven e Stephen Kalinich. Tiven è noto per la produzione, tra gli altri, di artisti del calibro di Robert Plant, Nick Lowe, Wilson Pickett, Arthur Alexander, Don Covay e Little Milton. Mentre il co-produttore e paroliere Stephen Kalinich è ricordato per le sue collaborazioni con i Beach Boys ma è anche un pittore e ha gentilmente fornito alcuni dei suoi lavori per illustrare il libretto dell’album. Registrato a Nashville, Tennessee, con la band di supporto diretta da Tiven, e dove suona la chitarra, tastiere e sax tenore e comprende sua moglie Sally al basso.
La title track è un corposo rock blues, seguita da una rollingstoniana “Train To Train”. “Los Angeles” bel brano R&B che scorre su un tappeto di percussioni ed un sax in sottofondo. In “To You Who Have Wronged Me” troviamo come ospite alla chitarra Steve Cropper che è pure co-autore del pezzo, segue la soul blues “Time Is A Mofo”. Poi è tempo della ballad country-soul “Live The Day” il cui inizio mi ricorda alcune canzoni dei Mink De Ville ma poi diventa quasi un talkin’ mid tempo cadenzato e “Now You Know” brano che ricalca un sound rollingstoniano. “Shortcuts To Infinity” un bel brano funky blues ben strutturato ed impreziosito da vari interventi di sax. “Put Down Your Needles”, ballata rock-blues ancora con un tappeto di percussioni sotto la voce dell’ artista, accompagnata da un sax baritono ed una chitarra tagliente, è interpretata con grande convinzione. Nel finale molto bella la ballata di marchio R&B “Follow The Seasons”, con la potente voce soul di Ellis a supporto del brano, mentre “America, I’m Coming Home” è il brano che chiude l’ album, aiutato dai fiati in sottofondo, pesca ancora una volta nel sound dei Rolling Stones più melodici.

Voto: 7,0

Track list:

1. Needle In A Haystack
2. Train 2 Train
3. To You Who Have Wronged Me
4. Los Angeles
5. Time is A Mofo
6. Live The Day
7. Now You Know
8. I Stand I Scream
9. Shortcuts To Infinity
10.Put Down Your Needles
11.Another Planet
12.Follow The Seasons
13.America, I’m Coming Home

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...