The Westies – Six on The Out (Pauper Sky /Appaloosa, 2016)

westies

Il leader del gruppo altri non è che Michael McDermott, grande songwriter americano e loser al pari di altri grandi perdenti del rock come Willie Nile ed Elliott Murphy per fare un paio di esempi, tra l’altro con le stesse coordinate musicali. Paragonato a ragione da Stephen King a Springsteen e Van Morrison, McDermott è un rocker con una notevole capacità di scrittura presente nei suoi testi, che musicalmente si rifanno alla musica urban rock cara a Bruce, e la somiglianza è notevole, poi negli ultimi anni hanno aggiunto entrambi anche il violino (con Bruce c’è Suzie Tyrrell, mentre con Michael è presente la moglie Heather Horton).

Questo grande cantautore lo seguo sin dal lontano 1991 quando pubblicò l’album “620 W. Surf” prodotto da Don Gehman (The Blasters,Mellencamp)e posseggo tutti suoi album,alcuni davvero sublimi. Piccolo aneddoto: alcuni anni orsono mi recai con la famiglia ad un concerto di Michael ed Heather (eravamo in vacanza in Toscana) pensando che l’orario fosse il solito, dopo cena, intorno alle ore 21:00 arrivammo al locale ma con notevole stupore fummo informati dallo stesso Michael che il concerto era finito da poco in quanto era iniziato al tramonto (una regola del locale per i concerti estivi) quindi dinanzi alla nostra evidente delusione, imbracciò la chitarra nel parcheggio di quel locale e ci fece un concerto improvvisato di tre canzoni al quale seguirono ovviamente le foto di gruppo di rito. Questo simpatico episodio mi rimarrà impresso per sempre nella mente, in particolare per la reazione istintiva e positiva del nostro, il quale, nonostante la stanchezza ma spinto dalla sua passione ci fece un grande regalo.

Il disco in questione in Italia è distribuito dalla Appaloosa, con i testi originali e la traduzione in italiano. Tra le canzoni presenti segnalo “Pauper’s Sky” un bel blue collar rock dal sapore springsteeniano e
“Parolee” un incrocio tra Springsteen, Mellencamp ed un certo rock di derivazione celtica.
“Everything Is All I Want For You” è un urban rock alla Elliott Murphy, poi due canzoni che ci spostano a sud verso il confine: la ballata “Henry McCarthy” e la country oriented “Santa Fe”, canzone splendida che Bruce sembra non sia più in grado di scrivere (non è una provocazione, è la verità). “Sirens” conclude il disco e si tratta di un altro brano stupendo. Compratelo, ne vale la pena. Senza tema di smentita posso definire Michael McDermott uno dei migliori cantautori americani da scoprire.

Voto: 7,5

Tracklist:

1 If I Had a Gun
2 Pauper’s Sky
3 Parolee
4 Gang’s All Here
5 Like You Used To Explicit
6 Everything Is All I Want For You
7 Henry McCarty
8 Santa Fe
9 Once Upon A Time
10 This I Know
11 Sirens

Michael McDermott (vocals, acoustic guitar); Heather Horton (vocals, violino); Will Kimbrough (acoustic guitar, electric guitar, washboard); Lex Price (acoustic guitar, bouzouki, mandolino, upright bass, electric bass); Ian Fitchuk (keyboards, batteria, percussioni).

Registrato al The Casino, Nashville,Tennessee

“Michael McDermott è uno dei più grandi cantautori del mondo e forse il più grande talento non riconosciuto del rocknroll degli ultimi 20 anni”
STEPHEN KING

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...