Mississippi Bigfoot – Population Unknown (Silver Tongue Records)

Mississippi Bigfoot

Finalmente sono riuscito a trovare questo disco, uscito sul finire dello scorso anno e di difficile reperibilità ( ne ho trovato anche un altro che cercavo da tempo di Cedric Burnside e che cercherò di recensire quanto prima).
La cantante del gruppo è Christina Vierra e leggo sul loro sito che è stata scelta per dare la voce a Janis Joplin nel film biografico in uscita quest’anno per la Sony, quindi per questo motivo è salita alla ribalta ed il suo nome sta girando parecchio fra gli addetti ai lavori, come capita ad una esordiente, ma in realtà sono almeno quindici anni che è nel music business ed in precedenza aveva esordito con un gruppo, “Christina Vierra and the Whipping Boys” che nel 2003 pubblicò un album omonimo autoprodotto, al quale seguirono diversi tour e registrazioni con autentiche icone musicali come Tina Turner, Joe Cocker, Rod Stewart, Christina Aguilera, Counting Crows,Vanessa Carlton, Etta James ed Elton John. Anche se la Vierra arriva dalla California, il resto del gruppo è di stanza a Memphis, Tennessee: Ashley Bishop alla chitarra ritmica, Doug Mc Minn alla batteria ed armonica, Cade Moore al basso e John Holiday alla chitarra solista e pianoforte,si sono ritrovati ai famosi Ardent Studios ed hanno registrato questo buon prodotto di blues elettrico stile anni ’70.
L’album si apre con la tosta slide di “Burn that Woman Down” con la voce potente della Vierra che porta la canzone su coordinate southern rock, intrecci blues ed un finale alla Led Zeppelin. Come inizio non è affatto male. “Mighty River” cambia le carte in tavola con un blues più convenzionale che inizia acustico per poi svilupparsi in un vibrante blues elettrico.
“Wag the Dog” col connubio di chitarra quasi rockabilly (l’inizio sembra un brano di Johnny Cash!) ed armonica blues diventa un ottimo brano che sottolinea le grandi doti vocali di Christine Vierra. “No Flesh in Outerspace” è invece un funky con influenze rock anni ’70. Si tratta di un disco eterogeneo e per questo molto gradevole anche per chi non è abituato a certe sonorità.
“Who’s gonna run This Town” è ancora hard rock blues seventies che li accosta ai Led Zeppelin e Jimi Hendrix, la stoffa c’è e si sente.
“Clarksdale” inizia come un blues classico con chitarra ed armonica, la voce maschile del chitarrista John Holiday che duetta con la Vierra, ci consegnano un altro ottimo brano. Holiday è un poco il co-leader della band in quanto ben sette dei nove brani presenti sono stati scritti a quattro mani da lui e dalla cantante.
“You Did” è una bella ballata soul dove il piano è il protagonista assieme alla grande voce di Christina che la avvicina alle colleghe più famose come Mavis Staples oppure Beth Hart giusto per fare un paio di nomi.
“The Hunter” è un brano di Booket T Jones qui riproposto in una versione boogie rock bella carica. Chiude un buon disco “Tree Knockin’”, un rock blues con accenni boogie ed un sound che mi ricorda il compianto Stevie Ray Vaughan ed il suo blues di stampo texano.
Ne sentiremo certamente parlare nel prossimo futuro, sia per il film “Janis” in uscita, sia per l’imminente tournee europea che il gruppo si appresta ad affrontare nei prossimi mesi di Maggio e Giugno 2016 (ovviamente l’Italia, per ora, è esclusa).
Voto: 7,0

Tracklist:
1 Burn That Woman Down
2 Mighty River
3 Wag The Dog
4 No Flesh In Outerspace
5 Who’s Gonna Run This Town
6 Clarksdale
7 You Did
8 The Hunter
9 Tree Knockin’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...