Jimmy Barnes – Soul Searchin’ ( 2 CD DeLuxe Ed. – Liberation Music, 2016)

Jimmy Barnes Soul Searchin

In possesso di una voce potente in grado di passare dal brano Hard Rock alla ballata senza battere ciglio, Jimmy Barnes è da tanto tempo sulla strada; nel 2014 l’artista australiano ha festeggiato i 30 anni di carriera solista (in precedenza aveva esordito come leader del gruppo Cold Chisel) con l’ album 30:30 Hindsight.
La musica soul è sempre stata una sua passione: in passato ha pubblicato ben tre album che tributavano la sua ammirazione ed il suo rispetto a questo genere musicale: “Soul Deep” del 1991, “Soul Deeper…” del 2000 e “The Rhythm And The Blues” del 2009 (il meno riuscito, secondo il sottoscritto) e ora questo nuovo “Soul Searchin’” disponibile anche in versione Deluxe di 2 CD con 8 brani aggiunti, registrati nelle stesse sessions a Nashville con la produzione di Kevin Shirley e con la partecipazione in studio dei Memphis Boys, i leggendari musicisti che hanno partecipato ad alcune epiche registrazioni di Elvis Presley, Aretha Franklin, Bobby Womack, Wilson Pickett e tanti altri. Oltre a loro sono presenti in veste di ospiti Steve Cropper, Dan Penn e “prezzemolo” Joe Bonamassa (che recentemente ha collaborato con la figlia di Jimmy, Mahalia Barnes ed in passato spesso presente nei dischi dell’artista australiano) alla chitarra nella tosta rilettura di “In A Broken Dream”, brano ripreso in passato anche da Rod Stewart. Inoltre importante è la presenza di un’ottima sezione fiati e delle background vocals.
Tutti i brani sono molto belli ed hanno un gran bel sound, a partire da ”She’s Looking Good,” che apre l’album,canzone scritta dal grande Wilson Pickett, “Hard Working Woman” invece fa parte del songbook di Otis Clay; con “A Woman needs to be loved” e “Cry to Me”(di Solomon Burke,ma ricordo con estremo piacere la versione di Willy DeVille), Barnes ci regala due interpretazioni vocali da favola.

“If Loving You Is A Crime (I’ll Always Be Guilty)”,uno dei brani incisi con i Memphis Boys, è un deep soul ballad,mentre “It’s How You Make It Good”, brano con i fiati sugli scudi scritto da Paul Kelly,con uno splendido assolo di chitarra.
“I Worship The Ground You Walk On” è un brano a firma Dan Penn/Spooner Oldham con Steve Cropper alla chitarra, come la famosa “Dark End Of The Street”,qui riletta in una splendida versione, con Dan Penn che duetta con Jimmy Barnes.

Tutto il disco è di grande spessore, ci sono anche brani come “Lonely For You Baby”, “Mercy Mercy” di Don Covay, splendida, altri due brani di Wilson Pickett, “Mustang Sally” e “In The Midnight Hour” e l’omaggio a Elvis di Suspicious Minds” ma sono tutti i brani a emergere,uno meglio dell’altro.
Un’ottima sorpresa questo (doppio)album che consiglio a tutti gli amanti della bella musica. Gli AC/DC potrebbero proporgli di diventare il loro nuovo vocalist (altro che Axl Rose!).

Voto: 7,5

Tracklist:

Disco: 1

1. She’s Looking Good
2. Hard Working Woman
3. A Woman Needs To Be Loved
4. Cry To Me
5. If Loving You Is A Crime (I’ll Always Be Guilty) (With The Memphis Boys)
6. It’s How You Make It Good
7. I Worship The Ground You Walk On (Feat. Steve Cropper)
8. Bad Girl
9. Lonely For You Baby
10. The Dark End Of The Street (Feat. Dan Penn)
11. Mercy Mercy
12. Rainbow Road

Disco: 2

1. I Testify
2. Mustang Sally
3. More And More (With The Memphis Boys)
4. Drowning In The Sea Of Love
5. In The Midnight Hour
6. In A Broken Dream (Feat. Joe Bonamassa)
7. You’ve Got My Mind Messed Up (With The Memphis Boys)
8. Suspicious Minds (With The Memphis Boys)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...