Don Winslow – L’ora dei Gentiluomini (Einaudi Ed., 2016)

don

Collana Stile Libero Big
Pagine 384
Titolo originale: The Gentlemen’s Hour, 2009
In pubblicazione dal 18 Ottobre 2016

Ormai Einaudi è inarrestabile e sforna un libro di Winslow dietro l’altro a tempo di record, quasi non si riesce a finire di leggere il precedente che esce un nuovo libro in edizione italiana (ndb=sembra che a breve venga finalmente pubblicato anche “Vendetta”, romanzo inedito in Italia, più volte annunciato e poi ritirato; staremo a vedere). Consapevoli che lo scrittore di New York ha un seguito che in Italia sta crescendo giorno dopo giorno (anche il sito ufficiale di Winslow se ne è accorto, infatti è possibile selezionare tre sole lingue: oltre all’inglese-americano, soltanto il tedesco e l’italiano),la casa editrice sta cavalcando l’onda (paragone più che mai azzeccato per questo libro!) del successo per fare cassa.
Come dargli torto, in effetti si tratta in quasi tutti i casi di libri di ottimo livello (non raggiungono certo i vertici narrativi di “Il potere del cane” oppure de “L’inverno di Frankie Machine” tuttavia anche gli episodi “minori” come i recenti London Underground (A Cool Breeze on the Underground, 1991) e “China Girl” (The Trail to Buddha’s Mirror, 1992) entrambi usciti per Einaudi nel corso del 2016, sono i romanzi che testimoniano gli esordi come autore e pur essendo acerbi, i primi lavori di Winslow offrono un modo per conoscere lo sviluppo del suo stile, lasciando intuire quali sarebbero diventate le principali tematiche della sua opera.
Questo romanzo fa parte della serie (che per ora si è fermata a due soli episodi, “la pattuglia dell’alba”, Einaudi,2010 /”Tha Dawn Patrol” 2008 e questo “The Gentlemen’s Hour”, 2009 ) del detective Boone Daniels, ex sbirro con l’hobby del surf.

Sinossi:

Boone Daniels vive per il surf. I surfisti di San Diego sono la sua vera famiglia. Una comunità che però rischia di andare in pezzi quando uno di loro viene ucciso e Boone accetta di difendere l’unico sospettato. È rabbia vera, quella che l’ex poliziotto si ritrova ad affrontare da parte di coloro che considerava dei fratelli. In più, via via che la sua indagine lo costringe a immergersi nelle torbide acque della società di San Diego, inquinate da avidità e corruzione, Boone capisce che in ballo non c’è soltanto un caso di omicidio.

Dopo “La pattuglia dell’alba”, un nuovo caso del detective Boone Daniels : in ballo non c’è soltanto un caso di omicidio e Boone è davvero da solo ad affrontare le onde, pronte a spazzare via tutto ciò che conosce e che ama, compreso la sua stessa vita.

Annunci

3 pensieri su “Don Winslow – L’ora dei Gentiluomini (Einaudi Ed., 2016)

  1. Uno dei criteri più efficaci per capire che persona hai davanti e sapere quanti libri legga. Non è rilevante il genere e l’intellettualità delle sue letture, ma semplicemente il fatto che legga con gusto e passione.
    E il numero di post che dedichi ai libri che leggi dice molto di te 😉

    Io sto recuperando tutta la saga della Torre Nera di King (la conosci?) in vista dell’uscita del film con Matthew McConaughey e Idris Elba. Per ora sto al secondo libro, me ne mancano appena sei… Prima di attaccare col terzo, però, mi sbranerò letteralmente l’autobiografia di Bruce, Born to run, che proprio oggi ho recuperato. Sai, ho letto che il nostro non si è avvalso di nessun ghosthwriter, che ha scritto tutto lui: la cosa non solo mi è parsa verosimile, ma addirittura logica…

    Liked by 1 persona

    • Grazie per il complimento, Sono un vero appassionato di libri, purtroppo mi interessa soprattutto il genere noir, thriller , giallo e poliziesco, il libro su Quarry di Max Collins è uno spasso, visto che raccoglie un poco tutti i generi con un pizzico di erotismo che non guasta…Del King ho letto parecchio ma la saga della torre nera non sono riuscito a farmela piacere (ho due libri che mi hanno regalato tempo fa ma non ho nemmeno aperto….) magari col processo inverso, vedendo il film mi verrà voglia di leggerla tutta, chissà….Di Bruce ho letto già una trentina di pagine e mi ha molto stupito per come entri nel privato e nei dettagli anche rivelando particolari che credo molti non renderebbero pubblici per svariati motivi. Questo lo rende un uomo (non l’artista) molto intelligente e sensibile , merce rara di questi tempi, non solo nello star system, quando tutti sono impegnati a far vedere il meglio di sè , dove i difetti sono messi al bando e vince la perfezione. Fuck off !!! Viva i difetti (ne sono pieno). buona lettura (e scusa la disgressione….) 😉

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...