St. Paul & The Broken Bones – Sea Of Noise (Columbia Rec.,2016)

st-paul

 

Vi presento una soul band esplosiva che mischia passato e presente, dotata di un suono energico anche se derivativo: James Brown, Otis Redding, Al Green e Marvin Gaye oltre al suono di matrice Stax.
“Half The City”, il disco d’esordio del gruppo proveniente dall’Alabama è di due anni orsono. St. Paul & The Broken Bones sono una grande conferma. Prodotto da Paul Butler (Michael Kiwanuka) il secondo disco del gruppo è un condensato di idee ed energia, con testi che parlano di violenza razziale e politica.
Il batterista Andrew Lee, il bassista Jesse Phillips, il tastierista Al Gamble e il chitarrista Browan Lollar assieme alla sezione fiati costruiscono melodie accattivanti, mantenendo una base jazz-funk, pop orchestrale, country-soul e gospel.
Otis Redding rimane un punto di riferimento nelle ballate come “Burning Rome” e “Sanctify””, mentre per altri brani come “Midnight on the Earth” il gruppo si mantiene fedele a sonorità di marca Stax e Motown.
Ma andiamo con ordine: l’apertura “Crumbling Light Posts, Pt. 1” sono 90 secondi di gospel sorretto dalla voce di Paul Janeway supportato dai cori. Janeway ha lavorato parecchio per mantenere questa voce da tenore sensuale e selvatica, si muove con grazia e fiducia attraverso questi suoni che nel secondo brano “Flow with It (You Got Me Feeling Like)” si tramutano in sonorità spiccatamente funky/soul. Della successiva “Midnight on the Earth” abbiamo già accennato in apertura, e si tratta di una canzone soul anni’70 di matrice Stax, mentre in “I’ll Be Your Woman” compaiono gli archi nell’intro quasi drammatico, poi la melodia muta e diventa una ballata soul orecchiabile.
“All I Ever Wonder” è un R&B corale e ben suonato, giocato anche sulla bella tenuta vocale di Janeway, che esprime grinta e potenza.
“Sanctify” è un loro omaggio alle ballate soul del passato, voce in falsetto ed un sound di tutto rispetto. “Crumbling Light Posts, Pt. 2” intermezzo di una manciata di secondi, decisamente inutile, diventa la premessa al brano successivo intitolato “Waves”, intro di fiati per una struttura rock ma con atmosfere decisamente soul, riportano ai contemporanei Alabama Shakes, mentre “Brain Matter” cambia registro e apre a melodie pop orchestrali con voce in falsetto: un brano che potrebbe avere successo se trasmesso dai network radiofonici essendo in possesso di un buon arrangiamento decisamente orecchiabile.

“Burning Rome” è un omaggio al grande Otis Redding, una ballata soul lenta ed avvolgente, sorretta unicamente dalla voce del leader.”Tears in the Diamond” è un brano R&B coinvolgente, ricco di fiati, mentre la successiva “Is It Me” è una stupenda ballata gospel-soul di poco più di due minuti che lascia il segno anche ai duri di cuore. Dopo il terzo intermezzo di “Crumbling Light Posts, Pt. 3” troviamo il brano “La Bruit” dalla struttura funk rock , la voce di Janeway e la batteria sugli scudi mentre in sottofondo un organo ed in particolare una chitarra che s’insinua insistente con fraseggi quasi surf, poi arrivano i fiati ed il suono si riempie di mille sfumature. Idea originale,davvero niente male.La chiusura del disco spetta al brano “All I Ever Wonder (Mahogany Session)” dove convergono tutte le influenze del gruppo, ma prevale su tutte la componente soul e r&b sporcata di funk qui rivisitato tutto in chiave acustica con voce, fiati, organo ed una chitarra acustica: a volte basta poco per creare ottima musica.

Voto:7,0

Tracklist:

1. Crumbling Light Posts, Pt. 1
2. Flow with It (You Got Me Feeling Like)
3. Midnight on the Earth
4. I’ll Be Your Woman
5. All I Ever Wonder
6. Sanctify
7. Crumbling Light Posts, Pt. 2
8. Waves
9. Brain Matter
10. Burning Rome
11. Tears in the Diamond
12. Is It Me
13. Crumbling Light Posts, Pt. 3
14. La Bruit
15. All I Ever Wonder (Mahogany Session)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...