Don Winslow – Nevada Connection ( Einaudi Ed., 2017)

 NEVADA CONNECTIO

 

Pagine: 350
Collana: Stile libero Big
In uscita il 14 novembre 2017

Prosegue la pubblicazione di Einaudi, in parallelo coi nuovi romanzi contemporanei dell’autore anche quelli di inizio carriera, in particolare la serie relativa alle indagini di Neal Carey.
Dopo “London Underground” e “China Girl” entrambi usciti nel 2016 ora è la volta del terzo episodio( titolo originale: “Way Down on the High Lonely” del 1993).
Per completare la serie in lingua italiana ne mancano ancora due:
“A Long Walk up the Water Slide”(1994) e “While Drowning in the Desert” (1996).

Trama:

Cody McCall è scomparso. Ha due anni e a sequestrarlo è stato il padre, dopo una feroce battaglia per la custodia. L’uomo incaricato di ritrovare il bambino è Neal Carey. È l’unico modo che ha per sdebitarsi con chi ha pagato il riscatto grazie al quale il suo esilio cinese ha avuto termine. Alla ricerca del piccolo Cody, Neal si ritrova a passare dalle scintillanti colline di Hollywood alle infuocate pianure del Nevada. Si immerge nel sottomondo criminale del posto – tra casinò da due soldi e bordelli lungo la strada – e si infiltra in un gruppo di fanatici razzisti, i Figli di Seth: suprematisti bianchi che spargono odio e terrorizzano gli abitanti della zona. Con il passare del tempo, il gioco si fa sempre più pericoloso. Per uscirne e salvare Cody, Neal Carey non ha altra scelta che affrontare Ben Hansen, il leader dei Figli di Seth, e mettere fine al suo regno di follia e terrore.

Annunci

17 pensieri su “Don Winslow – Nevada Connection ( Einaudi Ed., 2017)

  1. Mi ero stupito moltissimo alla notizia che Don Winslow fosse già uscito con un nuovo romanzo, dato che l’inchiostro di Corruzione è ancora fresco; poi ho letto il tuo post, e ho capito che Nevada Connection è semplicemente una ristampa.
    Tra l’altro il filone di Winslow su Neal Carey non l’ho letto, ma Corruzione sì: l’hai letto anche tu?

    Liked by 1 persona

    • Certamente, l’ho letto e mi è piaciuto molto. Sembra scritto apposta per una trasposizione cinematografica, cosa che avverrà, sembra tramite il regista James Mangold (Logan, Copland) che è in trattative con la 20° Century Fox che ne ha acquistato i diritti; scommetto che ne uscirà un bel film……

      Mi piace

      • Beh, se Mangold sarà al timone sarà una scommessa vinta in partenza! 🙂 Mi hai dato davvero una splendida notizia, sia perché (come hai detto tu) Corruzione è praticamente una sceneggiatura già pronta, sia perché (come ho scritto a Lapinsù) Mangold è semplicemente perfetto per questo film.
        Tra l’altro l’impronta cinematografica di Corruzione è talmente forte che durante la lettura mi sono immaginato i vari personaggi con la faccia di alcuni attori. Più precisamente gli abbinamenti sono stati:

        Malone: Jeremy Ratchford
        Monty: Thom Barry
        Russo: Warren Kole
        Levin: Billy Crudup
        l’avvocato Berger: Gerard Butler
        Paz: Michelle Hurd
        Sheila (moglie di Malone): Dina Meyer
        Claudette (nuova compagna di Malone): Rosario Dawson

        Spero di non essermi scordato nessuno. Come puoi vedere su imdb, quasi tutti sono dei veterani delle serie poliziesche americane, e in effetti non mi dispiacerebbe affatto se Corruzione ispirasse anche un telefilm.
        Per Malone la scelta più logica sarebbe stata Ray Liotta, visto che in Shades of Blue interpreta un personaggio praticamente identico, ma la mia immaginazione ha deciso di seguire un percorso alternativo. Tra l’altro non è così remota l’ipotesi che venga scelto proprio Ray Liotta per questo ruolo, dato che ha già lavorato con Mangold in Copland.

        Liked by 1 persona

      • Già, Ray Liotta…… anch’io mentre leggevo il libro mi sono immaginato gli attori che avrebbero impersonato i personaggi ( a dire il vero è una pratica che uso in molti libri che leggo…) ma i miei rimarranno un segreto ! 😉

        Mi piace

      • Anche a me capita spesso di fare una sorta di casting quando leggo un libro. Tuttavia, mi era successo poche volte di scegliere degli attori anche per i ruoli più minoritari, e di immaginarmi intere scene come se fossero delle sequenze di un film. Guarda caso, un’altra di queste poche volte è stata con un altro romanzo di Winslow, Il potere del cane: questo scrittore è proprio nato per il cinema. Grazie per la risposta, e a presto! 🙂

        Liked by 1 persona

  2. Come il comune amico Wayne, ho letto (divorato sarebbe più corretto) Corruzione, la sua ultima fatica, che è senz’altro un ottimo romanzo.
    Successivamente ho recuperato “La pattuglia dell’alba”, primo romanzo del ciclo su Boone Daniels (non bello come Corruzione o Il Potere del Cane, comunque bello).
    Non conoscevo invece la saga su Neal Carey: corro subito a recuperare i romanzi che mi mancano!!!!!

    Liked by 1 persona

    • E’ ovviamente una scrittura più acerba e meno ricercata di quella attuale. D’altronde sono libri scritti ai suoi esordi più di vent’anni fa ma già presentano uno scrittore con uno stile personale decisamente intrigante.

      Mi piace

    • Amico mio, non ci crederai ma stavo proprio pensando a te: ti stavo scrivendo una mail per condividere con te la splendida notizia del film su Corruzione. Tra l’altro, ironia del destino, tu il mese scorso mi dicesti che in questo libro si respira la stessa atmosfera di Copland, e il nostro amico Massimo ci ha detto che probabilmente il regista sarà proprio lo stesso di quel magnifico poliziesco (oltre che di Logan). Se la trattativa con Mangold andrà a buon fine ne vedremo delle belle! 🙂

      Liked by 2 people

      • E’ un romanzo che si presta molto alla trasposizione cinematografica.
        Al di là del regista (seppur bravissimo come Mangold) credo che però la differenza verrà fatta dal cast, soprattutto dal protagonista che vestirà i panni del Detective Malone: come ti dissi a suo tempo, ci vedrei benissimo Fassbender…
        Staremo a vedere!!!

        Liked by 1 persona

      • Io invece vedrei bene Ray Liotta, dato che in Shades of Blue interpreta un personaggio praticamente identico. Tra l’altro non è così remota l’ipotesi che venga scelto proprio lui per questo ruolo, dato che ha già lavorato con Mangold in Copland. Comunque, questo film mi attira così tanto che lo guarderei anche se per la parte scegliessero Steve Carell! 🙂

        Liked by 1 persona

      • Ray Liotta… non è un po’vecchietto per una parte del genere? Voglio dire, Malone ha due bambini piccoli, me lo immagino 40enne o già di lì: Liotta ormai può fare il nonnetto 😀

        Comunque hai ragione, è un film talmente atteso che lo vedrò comunque.

        A proposito di film tratti dai romanzi di Winslow, hai mai visto LE BESTIE di Oliver Stone? Non male…..

        Mi piace

      • Lessi il libro, ma non ho mai visto il film. In parte, te lo confesso, anche per una certa antipatia nei confronti di Oliver Stone: ci sono tanti dettagli (la magniloquenza pacchiana dei suoi film, il suo schierarsi politicamente con l’aria di chi dice “Ascoltatemi che c’ho la verità in tasca”, la sua superbia che lo porta a rapportarsi da pari a pari anche con uomini che lo superano in tutto) che me lo rendono assolutamente insopportabile.
        Tra l’altro non so neanche da dove gli venga questa boria, perché non è che sia questo gran regista: ho visto 4 dei suoi film (Alexander, Platoon, Assassini nati e Ogni maledetta domenica), e posso dirti che sono riuscito a finire soltanto il primo. Tutti gli altri li ho mollati ben prima della fine: nel caso di Platoon e di Ogni maledetta domenica perché erano noia allo stato puro, nel caso di Assassini nati perché era di una bruttezza insostenibile.
        Di norma tu, quando un regista acclamato non ti piace, dici con grande umiltà che non riesci a capirlo, che ha una sua grandezza ma che tu non riesci a coglierla: io invece nel caso di Oliver Stone mi sento di dire che questa grandezza non c’è proprio, questo regista è un bluff vivente e ce la sta dando a bere da decenni. Talvolta però la sua inconsistenza viene smascherata: non dimentichiamoci infatti che Alexander fu un fiasco clamoroso. E dire che non è neanche il suo film più brutto.

        Liked by 1 persona

      • Neppure io amo particolarmente Stone perchè ho sempre considerato il suo cinema troppo “politicizzato”.
        Ammetto anche che alcuni dei titoli da te citati hanno schifato pure me: Alexander, Natural Born Killers.

        Tuttavia devo riconoscere che alcuni suoi film mi sono piaciuti:

        JFK: l’ho rivisto un sacco di volte, è fatto bene e bene interpretato. Racconta l’omicidio di Kennedy con coraggio.
        WALL STREET: forse il suo miglior film. Filmone assoluto con un titanico Douglas.
        OGNI MALEDETTA DOMENICA: a me è piaciuto, con Al Pacino che gioca a fare il “Trapattoni” e una scena finale memorabile. A mio parere uno dei migliori film di sport mai fatti
        NATO IL 4 LUGLIO: amo questo film perchè praticamente è la trasposizione filmica di BORN IN THE USA, uno dei singoli più famosi di Springsteen.

        Liked by 1 persona

      • Michael Douglas è sempre titanico. Tra tutti i suoi film, il mio preferito è senza dubbio Un alibi perfetto: se non l’hai visto, te lo consiglio caldamente.
        Un altro film che mi sento di consigliarti (nonostante la tua avversione per Linklater) è School of Rock: per una volta questo regista ha fatto un film per il pubblico anziché per la critica, e il risultato è davvero ottimo. E’ l’unico film decente che abbia visto questo mese.
        Visto che oggi siamo in tema di news cinematografiche, ti comunico che dopo ANNI di attesa sono finalmente iniziate le riprese per The Irishman. Più che un film, questa è una riunione di tutti i nomi più importanti dei film di mafia: Scorsese, Al Pacino, Robert De Niro, perfino l’ormai ritirato Joe Pesci si è unito alla rimpatriata. Data la proverbiale tendenza di Scorsese a rimandare per anni i suoi progetti, non davo per scontata la realizzazione di questo film fino a poche ore fa; poi ho visto una foto dal set con Scorsese che spiega una scena a De Niro e Pacino, e lì ho capito che The Irishman sta finalmente andando in porto. Come per il film tratto da Corruzione, anche in questo caso l’hype è a livelli altissimi! 🙂

        Liked by 2 people

      • Ero certo di aver già visto UN ALIBI PERFETTO, però accedendo a IMDB ho visto chenon l’ho votato… quindi forse mi manca… eppure… il titolo non mi è nuovo…
        Vabbè, comunque lo recupero: se non ricordo di averlo visto significa che non mi ha fatto una grande impressione, quindi voglio rivederlo alla luce del tuo giudizio positivo.

        THE IRISHMAN è un film che avevo in watchlist a tempo: come te temevo non avrebbe mai visto la luce, ma finalmente ci siamo.
        Spero proprio che Scorsese sappia rivatalizzare le carriere di DeNiro e Pacino, ormai diventati macchiette di se stesse.
        Ecco, a differenza di Stone, Scorsese è uno che mette tutti d’accordo: ogni suo film, a suo modo, è un gioiello. Quando vidi THE WOLF OF WALL STREET ero quasi commosso per il piacere estatico della visione!!!!

        Liked by 1 persona

      • C’è un film dal titolo molto simile, Delitto perfetto: tra l’altro anche lì il protagonista è Michael Douglas, quindi probabilmente è quello il film che ha fatto capolino nella tua memoria. Pure Delitto perfetto è un ottimo thriller, tra l’altro.
        Riguardo a Scorsese, a differenza tua ritengo che nella sua carriera abbia fatto anche dei film sbagliati. The Aviator, ad esempio, è uno dei peggiori film che abbia mai visto. Tuttavia, mi fa piacere che abbia trovato la forza di risollevarsi dopo questi flop artistici e/o finanziari, tornando ogni volta migliore di prima: il suo ultimo film ad esempio è di una bellezza sconfinata.
        Di Scorsese apprezzo anche la duttilità: ad esempio, non diresti mai che Silence e Casinò siano stati fatti dallo stesso regista. Tuttavia, per me il vero Scorsese è quello dei film di mafia: anche lì non ha sempre fatto centro (The Departed ad esempio non mi è piaciuto granché), ma resta il genere ideale per lui. Lui sembra averlo capito, e infatti dopo l’insolita parentesi giapponese di Silence è tornato a fare ciò che gli riesce meglio. 🙂

        Liked by 1 persona

      • Le Bestie l’ho visto e non mi è dispiaciuto anche se non è certo un filmone ed il libro lo considero tra i meno riusciti di Winslow.
        Sinceramente sto attendendo da vari anni ormai l’uscita del film tratto da “L’inverno di Frankie Machine”, De Niro ha acquisito i diritti cinematografici ma per ora non se ne è fatto nulla. Anche in questo caso potrebbe essere un ottimo film col cast giusto.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...