Giada Trebeschi – Il Vampiro di Venezia (Oakmond Publ., 2017)

il-vampiro-di-venezia-1

Pagine: 254
Genere: Thriller storico

Venezia, A.D. 1576 è il periodo di Natale. La peste ha decimato la città ed in una chiesa viene scoperto un omicidio avvenuto con uno strano modus operandi, inoltre sull’ isolotto del Lazzaretto Nuovo viene scoperta una Nachzehrer ovvero una masticatrice di sudari, un mostro che torna dai morti cibandosi di sangue umano.

Il medico botanico Nane Zenon, nonchè famoso alchimista interessato all’ occulto, subito chiamato dinanzi alla scoperta rende il vampiro inoffensivo inserendo un mattone in bocca per bloccare la mascella, impedendone così la masticazione. In città la notizia si sparge velocemente e sono in molti a credere che gli omicidi e la peste abbiano a che fare con i masticatori di sudari, quindi per volere del Doge, Nane Zanon affianca nelle indagini Orso Maria Pisani, magistrato e Signore di notte di Dorsoduro.

Pisani è un personaggio che sa il fatto suo, non crede ai vampiri né alle superstizioni e cercherà di scoprire la verità sui crimini efferati che avvengono nella città, la cui matrice sembra molto più reale ma non meno terrificante dei vampiri stessi.
Tra gli altri personaggi degni di menzione troviamo il medico ebreo Giacobbe Calimani medico legale, che di notte è costretto a tornare nel ghetto per via della sua origine,poi i fratelli Foscari, ed in particolare il levantino Adàmas, abile mercante sempre accompagnato dal fido Paulus, uno schiavo siriano dalla corporatura enorme. Ma il fascino misterioso di Diamante, alter ego femminile di Adàmas di cui dice di essere sua parente la cui bellezza, condita dal profumo intenso dell’ Argan, cattura tutti gli uomini che la incontrano.

Sullo sfondo di questo thriller storico dalle tinte fosche la città di Venezia che, nonostante il periodo tragico che sta vivendo, continua ad essere il principale riferimento dei mercanti che rendono la città viva durante il giorno con gli scambi commerciali in tutto il Mediterraneo, in contrapposizione agli intrighi ed ai segreti che animano la realtà notturna, con contorno di cortigiane e perversioni varie ben presenti nei palazzi dei ricchi patrizi.

Ho conosciuto la scrittrice alla presentazione del romanzo prima del concerto di Ana Popovic a Fiorenzuola D’Arda (PC) la scorsa estate durante uno degli appuntamenti della rassegna “Dal Mississippi al Po” e subito mi ha intrigato la trama resa ancor più appetibile dalle parole dell’ autrice.
In definitiva è una lettura che si discosta un poco dal solito filone al quale sono abituato ma ho apprezzato molto la lettura che è risultata decisamente interessante.

Note sul libro:

Il romanzo s’ispira al ritrovamento del cosiddetto vampiro di Venezia cioè lo scheletro di una donna con un mattone in bocca, risalente agli anni della grande peste di fine ‘500 e rinvenuto sull’ isola del Lazzaretto Nuovo durante gli scavi archeologici avvenuti nel 2006.

Note sull’ autore:

Giada Trebeschi nasce nel 1973 a Bologna. È autrice di romanzi, racconti brevi, saggi, sceneggiature e pièces teatrali. Due lauree, un dottorato in Storia, lavora all’ università come storico di professione per quasi dieci anni poi si dedica completamente alla scrittura. Nel 2012 esce in spagnolo il romanzo “La Dama Roja” e nel 2014 la versione italiana “La Dama Rossa” edito da Mondadori. Parla cinque lingue, ha vissuto a lungo in Svizzera ed in Spagna, mentre attualmente vive e lavora in Germania.

Annunci

3 pensieri su “Giada Trebeschi – Il Vampiro di Venezia (Oakmond Publ., 2017)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...