Giada Trebeschi – Il Vampiro di Venezia (Oakmond Publ., 2017)

il-vampiro-di-venezia-1

Pagine: 254
Genere: Thriller storico

Venezia, A.D. 1576 è il periodo di Natale. La peste ha decimato la città ed in una chiesa viene scoperto un omicidio avvenuto con uno strano modus operandi, inoltre sull’ isolotto del Lazzaretto Nuovo viene scoperta una Nachzehrer ovvero una masticatrice di sudari, un mostro che torna dai morti cibandosi di sangue umano.

Il medico botanico Nane Zenon, nonchè famoso alchimista interessato all’ occulto, subito chiamato dinanzi alla scoperta rende il vampiro inoffensivo inserendo un mattone in bocca per bloccare la mascella, impedendone così la masticazione. In città la notizia si sparge velocemente e sono in molti a credere che gli omicidi e la peste abbiano a che fare con i masticatori di sudari, quindi per volere del Doge, Nane Zanon affianca nelle indagini Orso Maria Pisani, magistrato e Signore di notte di Dorsoduro.

Pisani è un personaggio che sa il fatto suo, non crede ai vampiri né alle superstizioni e cercherà di scoprire la verità sui crimini efferati che avvengono nella città, la cui matrice sembra molto più reale ma non meno terrificante dei vampiri stessi.
Tra gli altri personaggi degni di menzione troviamo il medico ebreo Giacobbe Calimani medico legale, che di notte è costretto a tornare nel ghetto per via della sua origine,poi i fratelli Foscari, ed in particolare il levantino Adàmas, abile mercante sempre accompagnato dal fido Paulus, uno schiavo siriano dalla corporatura enorme. Ma il fascino misterioso di Diamante, alter ego femminile di Adàmas di cui dice di essere sua parente la cui bellezza, condita dal profumo intenso dell’ Argan, cattura tutti gli uomini che la incontrano.

Sullo sfondo di questo thriller storico dalle tinte fosche la città di Venezia che, nonostante il periodo tragico che sta vivendo, continua ad essere il principale riferimento dei mercanti che rendono la città viva durante il giorno con gli scambi commerciali in tutto il Mediterraneo, in contrapposizione agli intrighi ed ai segreti che animano la realtà notturna, con contorno di cortigiane e perversioni varie ben presenti nei palazzi dei ricchi patrizi.

Ho conosciuto la scrittrice alla presentazione del romanzo prima del concerto di Ana Popovic a Fiorenzuola D’Arda (PC) la scorsa estate durante uno degli appuntamenti della rassegna “Dal Mississippi al Po” e subito mi ha intrigato la trama resa ancor più appetibile dalle parole dell’ autrice.
In definitiva è una lettura che si discosta un poco dal solito filone al quale sono abituato ma ho apprezzato molto la lettura che è risultata decisamente interessante.

Note sul libro:

Il romanzo s’ispira al ritrovamento del cosiddetto vampiro di Venezia cioè lo scheletro di una donna con un mattone in bocca, risalente agli anni della grande peste di fine ‘500 e rinvenuto sull’ isola del Lazzaretto Nuovo durante gli scavi archeologici avvenuti nel 2006.

Note sull’ autore:

Giada Trebeschi nasce nel 1973 a Bologna. È autrice di romanzi, racconti brevi, saggi, sceneggiature e pièces teatrali. Due lauree, un dottorato in Storia, lavora all’ università come storico di professione per quasi dieci anni poi si dedica completamente alla scrittura. Nel 2012 esce in spagnolo il romanzo “La Dama Roja” e nel 2014 la versione italiana “La Dama Rossa” edito da Mondadori. Parla cinque lingue, ha vissuto a lungo in Svizzera ed in Spagna, mentre attualmente vive e lavora in Germania.

Annunci

Larry McMurtry – Lonesome Dove ( Einaudi Ed. ,2017)

Larry McMurtry

Traduzione di Margherita Emo
Collana Supercoralli
pag. 952

La riscoperta di un grande classico americano, un libro di culto che ha definito un genere: se si deve scegliere di leggere un solo western nella vita, questo è Lonesome Dove.
Uscito negli USA nel 1985 e l’anno successivo in Italia col titolo “Un volo di Colombe” edito da Mondadori è da tempo irreperibile sul mercato italiano, quindi torna ora in libreria con una nuova traduzione.

Leggenda e realtà, eroi e fuorilegge, indiani e pionieri, un’odissea attraverso le Grandi Pianure e la morte come sola compagna di viaggio, la malinconia di un’epoca al tramonto e l’eccitazione di una cavalcata selvaggia. L’avventura che non finirà mai: questo è il West.

In uno sputo di paese al confine fra il Texas e il Messico, Augustus McCrae e Woodrow Call, due dei piú grandi e scapestrati ranger che il West abbia conosciuto, hanno cambiato vita: convertiti al commercio di bestiame, ammazzano il tempo come possono. Augustus beve whiskey sotto il portico e gioca a carte al Dry Bean, mentre Call lavora sodo dall’alba al tramonto e continua a dare ordini a Pea Eye, Deets e al giovane Newt. La guerra civile è finita da un pezzo e la sera, sul Rio Grande, non si incontrano né Comanche né banditi messicani, ma solo armadilli e capre spelacchiate. L’equilibrio si spezza quando, dopo una lunga assenza, torna in cerca d’aiuto un vecchio compagno d’armi, il seducente e irresponsabile Jake Spoon, che descrive agli amici i pascoli lussureggianti del Montana e cosí dà fuoco alla miccia dell’irrequietezza di Call: raduneranno una mandria di bovini, li guideranno fin lassú e saranno i primi a fondare un ranch oltre lo Yellowstone. È l’inizio di un’epica avventura attraverso le Grandi Pianure, che coinvolgerà una squadra di cowboy giovani e maturi, oltre a un folto gruppo di prostitute, cacciatori di bisonti, indiani crudeli o derelitti, trapper, sceriffi e giocatori d’azzardo: decine di piccole storie che s’intrecciano tra loro ed escono dall’ombra della grande Storia americana. Lonesome Dove è un libro leggendario, il vero grande classico della letteratura western, l’opera che raggiunge il culmine di un genere e allo stesso tempo chiude un’epoca. Non a caso c’è il cinema all’origine del romanzo: all’inizio degli anni Settanta, Peter Bogdanovich vuole girare un film in omaggio al suo maestro John Ford, con John Wayne, James Stewart e Henry Fonda nelle parti principali. McMurtry scrive il copione: nasce cosí il primo abbozzo di Lonesome Dove, sebbene con un altro titolo. Alla fine il progetto non giungerà in porto, ma quella storia continua a ronzare nella testa di McMurtry per piú di dieci anni, finché non decide di scriverci un romanzo. Lonesome Dove negli Stati Uniti è subito salutato come un capolavoro e vince il Pulitzer nel 1986. In seguito verrà adattato in una mini-serie televisiva, con Robert Duvall e Tommy Lee Jones, che ottiene un grandissimo successo e segna l’inizio del revival western al cinema, culminato con Balla coi lupi e Gli spietati.

Note sull’ autore:

Larry McMurtry (Archer City, 3 giugno 1936) è un romanziere e sceneggiatore statunitense.
Oltre al già citato Premio Pulitzer per la narrativa per questo libro, ha vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale nel 2006 per il film “I segreti di Brokeback Mountain”. Per lo stesso film ha vinto il BAFTA al miglior adattamento nel 2005 e il Golden Globe per la migliore sceneggiatura nel 2006.
Da alcuni dei suoi romanzi sono stati tratti film di grande successo come “L’ultimo spettacolo”, “Voglia di tenerezza” e “Hud il selvaggio”.
Il figlio James è un noto cantautore americano di genere Americana e se volete potete abbinare la sua musica con la lettura dei romanzi del padre.

Alessandro Zannoni – Nel Dolore ( A&B Editore, 2017)

Alessandro Zannoni

Pagine: 133
Editore: A & B (2017)
Collana: Melpomene

Torna finalmente il seguito di “Le Cose di cui sono capace” (uscito nel 2011) di Alessandro Zannoni, autore che noi italiani non ci meritiamo, e propone una scrittura dove il bene e il male si incontrano e diventano un meltin pot di perbenismo e perversione in stile pulp a tinte noir, condito da un linguaggio duro e sboccato ma venato di malinconia. Torna ovviamente Nick Corey, stesso nome del protagonista di “Colpo di spugna” di Jim Thompson, ma il suo nome vero è Nicola Coretti: è lo sceriffo italo-americano di una piccola cittadina texana, disilluso dopo aver perduto il suo amore. Ma in questo nuovo romanzo il suo amore, Stella, ritorna e Nick ricomincia a vivere, ritrova il suo equilibrio interiore e scaccia i propri demoni del passato. Stella è una tipa che beve, fuma e aggiusta moto. Sembra la protagonista di uno dei tanti libri di Joe Lansdale al quale, posso dire a mio modesto parere, Zannoni (oltre a James Crumley, lo stesso Jim Thompson ed altri) prende libera ispirazione.
Tra gli altri personaggi da ricordare la madre di Nick, Licita Salomon Torres, che scruta il cielo e legge il futuro nelle nuvole, parla un idioma ibrido e solitamente finisce le frasi con una bestemmia, più pulita di quelle che usa suo figlio, come “dio bene” (la userò pure io con buona pace di mia moglie che non mi rimprovererà più per le saltuarie bestemmie, ben più pesanti che ogni tanto mi scappano…) ed il vice Sam(uel) Peckimpah, altro omaggio ad un grande regista del cinema americano. Inoltre, qua e la, spuntano personaggi con nomi che sembrano usciti dall’enciclopedia della musica (per esempio un certo Elvis Costello è un venditore di fuochi d’artificio, Earl Slick è il cugino di Nick e sindaco della cittadina texana, Chuck Mangione affitta roulotte malandate e Jack White è un ex alcolizzato che segue il percorso degli alcolisti anonimi).
Il suo migliore amico Rudy viene ucciso e la situazione cambia: Nick, tra una chiamata e l’altra, nella routine del lavoro di sceriffo (esilaranti alcune scene di interventi per sedare le liti tra coniugi oppure tentati omicidi) deve scoprire chi ha fatto questa cosa ignobile e la sua sete di vendetta diventa una priorità, che verrà condivisa con un cane, un bull-terrier che si chiama Abramo (altro omaggio ai cani nei romanzi noir ed hard-boiled come ad esempio Fireball da “L’ultimo vero Bacio” di Crumley oppure Pansy, il cane di Burke, protagonista dei romanzi di Andrew Vachss, altro scrittore da riscoprire) e sarà tempo di tornare ad essere un giustiziere, un carnefice, in un vortice di violenza.
Letteratura nera cruda, spietata, densa di emozioni.

TRAMA:

La vita di Nick Corey, sceriffo della piccola cittadina texana di Bakereedge Pass, sembrava potesse scorrere tranquilla da quando Stella, il suo grande amore, è tornata a vivere con lui. I tempi della rabbia e del dolore, dell’alcol e della violenza, sembrano davvero finiti. Ma il destino non è benevolo: Rudy Loddenbróke, il suo miglior amico, col quale condivideva inconfessabili segreti, viene ucciso. Nick non ha il minimo dubbio su chi possa essere stato. Così, mentre con Stella tenta di imbastire una vita serena parlando di nuovo di matrimonio, indaga e cerca di fare uscire allo scoperto l’assassino. Grazie ad Abramo, uno strano cane incontrato per caso, Nick riesce a sventare una trappola micidiale che lo porterà di nuovo sulla strada della violenza lucida e spietata, quella che conosce bene, alla quale si appella per spianare ogni ostacolo tra lui e l’ordine delle cose, tra se stesso e la felicità che pretende di avere. I fatti prenderanno a rotolare senza freni in una discesa allucinata, e Nick Corey cadrà di nuovo nel suo inferno di ferocia, in balia delle sue paure e della sua voglia di vendetta. E non avrà pietà per nessuno, neppure per se stesso.

Bibliografia:

– Biondo 901 (Perdisa pop,2007);
– Imperfetto ( Perdisa Pop, 2009);
– Le cose di cui sono capace ( Perdisa Pop, 2011);
– Nero in Dissolvenza (esclusivo formato Ebook, 2015);
– Nel Dolore ( A&B, 2017).

Note sull’ Autore:

Alessandro Zannoni è in realtà uno scrittore già noto a un pubblico più vasto, per i suoi esordi letterari firmati con lo pseudonimo di Michelangelo Merisi (“Alla luce dei fatti”, “Nero in dissolvenza” e “Lo stretto necessario”)come il nome all’ anagrafe del pittore Caravaggio, ispiratosi a lui in quanto ha svolto in passato il lavoro di antiquario, specializzandosi in quadri antichi.
Per vivere e per avere il tempo di scrivere, ha lavorato anche in una darsena vicino a dove vive (Sarzana, La Spezia).
Da quest’anno scrive per il cinema (finalmente! sarà un ottimo connubio) e romanzi per ragazzi: il primo romanzo uscirà a Marzo 2018 per la Pelledoca Editore.

http://alessandrozannoni.strikingly.com

Herman Koch – Il Fosso ( Neri Pozza, 2017)

fosso

Traduttore: G.Testa
Pagine 320
Editore: Neri Pozza
Collana: Bloom
Pubblicazione: il 12 ottobre 2017)

Quando Robert Walter, popolare sindaco di Amsterdam già al secondo mandato, vede la moglie Sylvia gettare la testa all’indietro in una risata, mentre sta chiacchierando con uno dei suoi assessori, un tizio insopportabilmente pedante, sospetta subito il peggio. Nonostante un matrimonio lungo e felice, Robert è convinto che Sylvia si stia prendendo gioco di lui e che abbia un amante. Inizia quindi a osservare ogni movimento, ogni cambiamento d’umore e di abitudini della moglie, in un regime di paranoia che cresce di giorno in giorno. Nel frattempo riceve una telefonata dal padre novantacinquenne che vuole lo accompagni, improvvisamente, a scegliere la propria tomba al cimitero. Il desiderio di coinvolgere Robert in questa commissione è il pretesto per una cruciale discussione in cui Robert viene a sapere che entrambi i genitori hanno deciso di optare per il suicidio assistito: il terrore del decadimento fisico definitivo, di dover gravare su Robert e doversi affidare alle sue cure sembrano diventare la prospettiva più preoccupante, perfino della morte. Quando Robert rientra, stordito dalla rapidità con cui gli eventi si susseguono in maniera asettica, riceve un altro colpo basso: una giornalista ha riesumato, in un servizio fotografico degli anni Sessanta, un fotogramma in cui si vedono tre ragazzi picchiare a bastonate un poliziotto durante una manifestazione contro la guerra in Vietnam. L’uomo è rimasto invalido e qualcuno ha fatto trapelare la notizia che il giovane che imbraccia il bastone sia proprio Robert. Con uno stile asciutto, veloce e schietto Koch mostra, con «Il fosso», come un uomo che apparentemente ha avuto tutto, possa rapidamente restare impigliato nelle proprie paure, in una discesa sfrenata verso la disfatta.

Il cinico ed irresistibile umorismo di Koch è tornato.

Note sull’ autore:

Herman Koch (Arnhem, 5 settembre 1953) è uno scrittore, noto anche come autore televisivo e giornalista. All’esordio Red ons, Maria Montanelli (1989) sono seguiti Eten met Emma (2000) e Denken aan Bruce Kennedy (2005). Con La cena (Neri Pozza 2010, BEAT 2011) e Villetta con piscina (Neri Pozza 2011, BEAT 2013) ha ottenuto uno straordinario successo internazionale.

Bibliografia italiana:

La cena (2010);
Villetta con piscina (2011);
Odessa Star (2012);
Caro Signor M (2015);
Il fosso (2017).

Dicono di lui:

«Herman Koch, il piú grande scrittore olandese dal dopoguerra, mostra ancora una volta il motivo per cui viene considerato un maestro della suspense».
Humo

«Koch è bravo a tendere la sua tela per imprigionare il lettore».
Niccolò Ammaniti, Corriere della Sera

Un sarcastico cocktail di satira letteraria e investigazione».
Books from Holland

Hanno scritto de La cena:

«Un romanzo che è diventato un caso internazionale».
la Repubblica

«Due fratelli con rispettive mogli si incontrano in un ristorante di Amsterdam… Il romanzo… attraverso chiacchiere conviviali e improvvise rivelazioni si trasforma in un thriller senza respiro dove nessuno è innocente. Koch è bravo a tendere la sua tela per imprigionare il lettore».
Niccolò Ammaniti, Il Corriere della Sera

«Un thriller provocatorio ricco di suspence, ma anche un conflitto attualissimo tra le ragioni del cuore e quelle della morale»
Maria Simonetti, l’Espresso

«Il successo non stupisce: la cena è un dramma compatto e fatale»
Lara Crinò, D – la Repubblica delle donne

«Un dramma familiare scandito dalle portate, dall’aperitivo al digestivo, mancia a chiudere».
Enrica Brocardo, Vanity Fair

«Senza nessuna concessione all’etica comune, il racconto inchioda il lettore fino al finale, inconsueto e fuori scheda».
Flair

Willy De Ville 25 Agosto 1950 – 06 Agosto 2009 VIII° Anniversario

Willy 3

Come ogni anno mi appresto a ricordare un personaggio che per me ha significato moltissimo (il nome di questo blog è il titolo di una sua canzone, mentre l’immagine presente è un dipinto dello stesso Willy); oggi è ormai l’ottavo anniversario della sua scomparsa, avvenuta il 06 Agosto del 2009 a causa di un tumore al pancreas.

Per chi come il sottoscritto l’ ha conosciuto ed ha amato la sua musica, rimangono i ricordi dei numerosi concerti ai quali abbiamo assistito e le canzoni che sono tutt’ora una presenza fissa nella mia quotidianità, mentre per chi non l’ha conosciuto consiglio di partire con la lettura del libro di Mauro Zambellini “Love and Emotion: Una storia di Willy De Ville” edito da Pacini Editore, per il quale ho dato il mio piccolo contributo, con alcune foto e qualche aneddoto sul periodo della mia seppur breve permanenza a New Orleans: un grande onore per il sottoscritto essere tra i ringraziamenti.
E poi, come dicevo, rimangono le sue canzoni, prima con i Mink DeVille e poi come Willy Deville, di seguito la discografia:

Pubblicati come Mink De Ville

DISCO_cabretta

1977
CABRETTA

TRACK LIST:
Venus Of Avenue D
Little Girl
One Way Street
Mixed Up, Shook Up Girl
Gunslinger
Can’t Do Without It
Cadillac Walk
Spanish Stroll
She’s So Tough
Party Girls

DISCO_magenta

1978
RETURN TO MAGENTA

TRACK LIST:
Guardian Angel
Soul Twist
“A” Train Lady
Rolene
Desperate Days
Just Your Friends
Steady Drivin’ Man
Easy Slider
I Broke that Promise
Confidence to Kill

DISCO_lechat

1980
LE CHAT BLEU

TRACK LIST:
This Must Be The Night
Savoir Faire
That World Outside
Slow Drain
You Just Keep Holding On
Lipstick Traces
Just To Walk That Little Girl Home
Turn You Every Way But Loose
Bad Boy
Heaven Stood Still

DISCO_coupdegrace

1981
COUP DE GRACE

TRACK LIST:
Just Give Me One Good Reason
Help Me Make It (Power Of A Woman’s Love)
Maybe Tomorrow
Teardrops Must Fall
You Better Move On
Love & Emotion
So In Love Are We
Love Me Like You Did Before
She Was Made In Heaven
End Of The Line

DISCO_angels

1983
WHERE ANGELS FEAR TO TREAD

TRACK LIST:
Each Word’s A Beat Of My Heart
River Of Tears
Demasiado Corazon
Lilly’s Daddy’s Cadillac
Around The Corner
Pick Up The Pieces
Love’s Got A Hold On Me
Keep Your Monkey Away From My Door
Are You Lonely Tonight
The Moonlight Let Me Down

DISCO_sportin_life

1985
SPORTIN’ LIFE

TRACK LIST:
In The Heart Of The City
I Must Be Dreaming
Italian Shoes
Slip Away
When You Walk My Way
A Woman’s Touch
Easy Street
Little By Little
There’s No Living (Without Your Loving)
Something Beautiful Dying

Willy 2

Pubblicati come WILLY DEVILLE

DISCO_miracle

1987
MIRACLE

TRACK LIST:
(Due To) Gun Control
Could You Would You
Heart And Soul
Assassin Of Love
Spanish Jack
Miracle
Angel Eyes
Nightfalls
Southern Politician
Storybook Love

DISCO_victory

1990
VICTORY MIXTURE

TRACK LIST:
Hello My Lover
It Do Me Good
Key To My Heart
Beating Like A Tom-Tom
Every Dog Has Its Day
Big Blue Diamonds
Teasin’ You
Ruler Of My Heart
Who Shot The La-La
Junkers Blues

DISCO_backstreets

1992
BACKSTREETS OF DESIRE

TRACK LIST:
Empty Heart
All In The Name Of Love
Lonely Hunter
Even While I Sleep
Voodoo Charm
Come To Poppa
Chemical Warfare
Hey! Joe
I Call Your Name
I Can Only Give You Everything
Jump City
Bamboo Road
All In The Name Of Love (Salvation Army Version)

DISCO_live

1993
LIVE

TRACK LIST:
Lilly’s Daddy’s Cadillac
This Must Be The Night
Savoir Faire
Cadillac Walk
Bamboo Road
Mixed Up, Shook Up Girl
Heart And Soul
Can’t Do Without It
Maybe Tomorrow
I Must Be Dreaming
Heaven Stood Still
Demasiado Corazon
Spanish Stroll
Stand By Me
Hey! Joe

DISCO_loup_garou

1995
LOUP GAROU

TRACK LIST:
No Such Pain As Love
Running Through The Jungle
When You’re Away From Me
Angels Don’t Lie
Still (I Love You Still)
White Trash Girl
You’ll Never Know
Ballad Of The Hoodlum Priest
Heart Of A Fool
Asi Te Amo
Loup Garou
Time Has Come Today
My One Desire (Vampir’s Lullaby)

DISCO_horse

1999
HORSE OF A DIFFERENT COLOR

TRACK LIST:
Gypsy Deck Of Hearts
Across The Borderline
Lay Me Down Easy
Goin’ Over The Hill
One Love,One Lifetime
Needles and Pins
18 Hammers
(Don’t Want You) Hanging Around My Door
The Downing Of The Flamingo
Bacon Fat
Time To Time
Chicken

DISCO_live_berlin

2002
THE WILLY DeVILLE ACOUSTIC TRIO LIVE IN BERLIN

TRACK LIST:

cd 1
St. Peter’s Street
Betty & Dupree
It’s Too Late She’s Gone
Spanish Harlem
Trouble In Mind
Storybook Love
Big Blue Diamonds
Shake Sugaree
Let It Be Me
This Is The Way To Ment A Broken Heart
Hound Dog
Junkers Blues
You Better Move On
Nightfalls
Since I’ve Met You Baby
Heaven Stood Still

cd2
Well It’s True So True
Keep A Knockin’ – Sea Cruise
Shake Rattle & Roll
One Night Of Sin
Steady Drivin’ Man
Goin’ Over The Hill
Bamboo Road
Who’s Gonna Shoe Your Pretty Little Foot
Carmelita
All By Myself
Billy The Kid

DISCO_crowjane

2005
CROW JANE ALLEY

TRACK LIST:
Chieva
Right There, Right Then
Downside Of Town
My Forever Came Today
Crow Jane Alley (For Jack)
Muddy Waters Rose Out Of The Mississippy Mud
Come A Little Bit Closer
Slave To Love
(Don’t Have) A Change Of Heart
Trouble Comin’ Everyday In A World Gone Wrong

DISCO_pistola

2008
PISTOLA

TRACKLIST:

So So Real
Been There, Done That
When I Get Home
Louise
The Band Played On
You Got The World In Your Hands
I Remember The First Time
The Stars That Speak
I’m Gonna Do Something The Devil Never Did
The Mountains Of Manhattan

Ian Levison – Si Fermi Qui (Edizioni E/O, 2017)

Levison

In uscita oggi, 06 Luglio 2017
Traduzione: Aurelia Di Meo
Pagine: 208

Jeffrey Sutton è un tassista di mezz’età, single, che coltiva progetti e spera di costruirsi un futuro migliore. In un tranquillo giorno di riposo, senza alcun preavviso, viene arrestato a casa sua e accusato di aver rapito (e probabilmente ucciso) una ragazzina di dodici anni. Le prove contro di lui sono poche e deboli, eppure questo non ferma la polizia, decisa a trovare un colpevole e pronta a ignorare altre piste. Rinchiuso in una cella del braccio della morte, attende il giorno del processo con la sola compagnia di un altro detenuto, un serial killer cinico e dall’ umorismo tagliente. Assistito da un avvocato incompetente, il suo destino sembra ormai segnato.
Con sguardo distaccato e insieme ironico, Jeffrey descrive le assurdità della situazione in cui si trova mentre assiste impotente alla distruzione della sua immagine pubblica e della sua vita, un pezzo alla volta. Ossessionato dalla scoperta che la realtà non è affatto come i polizieschi che ha visto in tv, finisce nel tritacarne kafkiano degli abusi di potere, di un sistema giudiziario fallace e dell’accanimento dei media.

«Con la sua solita efficacia, il suo stile all’ ennesima potenza, il suo umorismo aspro, Iain Levison riesce a trasformare questa spietata denuncia in un romanzo che ci rianima con la sua forza vitale e la sua capacità d’indignarsi».
Télérama

Note sull’ autore:

Iain Levison è nato ad Aberdeen in Scozia nel 1963, ha vissuto a lungo negli Stati Uniti e attualmente risiede in Cina, dove insegna. Al termine degli studi universitari ha svolto le professioni più disparate: pescatore di granchi in Alaska, autista di camion, imbianchino e falegname. Il suo primo romanzo si intitola “Fatti fuori” edito in Italia da Instar Libri è stato tradotto in vari paesi ed ha suscitato l’interesse della stampa e del pubblico. A seguire ha pubblicato numerosi romanzi di successo in Francia e nel 2008 ha vinto il Clarion Award per una serie di articoli pubblicati sulla rivista Philadelphia.

Bibliografia:

Working Stiff’s Manifesto: A Memoir 2003 (inedito in Italia)
Since the Layoffs 2003 (Fatti Fuori, I Dirigibili 2005/ FuoriClasse 2011)
How to Rob an Armored Car 2009 (inedito in Italia)
Ammazzarsi per sopravvivere. Le infinite fatiche di un precario americano (Paesi, parole 2010)
Dog Eats Dog 2008 (Una canaglia e mezzo, I canguri 2008);
The Cab Driver 2012 (Si Fermi Qui, 2017)
Un Petit Boulot 2013 (inedito in Italia)
Ils Savent Tout de Vous 2015 (inedito in Italia)

Don Winslow – Corruzione (Einaudi Ed., 2017)

winslow

 

In uscita il 20 Giugno 2017
Collana: Einaudi. Stile libero big

Il nuovo romanzo di Don Winslow non è ancora uscito ma si parla già del suo adattamento cinematografico prodotto dalla 2oth Century Fox.
Il regista James Mangold (Logan, Copland) è in trattative per sviluppare e dirigere la pellicola, i cui diritti sono stati acquistati lo scorso autunno dalla Fox con un assegno da 7 cifre.
Mike Fleming Jr di Deadline paragona il libro a un grande film di Sidney Lumet. Stephen King in un twitter lo scorso Febbraio ha tessuto le lodi del libro di Winslow:

Stephen King ✔ @StephenKing
Don Winslow’s THE FORCE (coming in June) is mesmerizing, a triumph. Think THE GODFATHER, only with cops. It’s that good.
1:58 AM – 24 Feb 2017

Il romanzo (in uscita in contemporanea negli U.S.A. col titolo di The Force”) racconta la storia di un detective corrotto nell’unità d’élite del NYPD. Il sergente Denny Malone è obbligato a scegliere tra la sua famiglia, i suoi colleghi e la sua vita. Per interrompere le crescenti tensioni razziali sul punto di esplodere, della città , deve conciliare il guardiano idealista che crede ancora di essere con il poliziotto corrotto che è diventato. Si ritrova attaccato da tutti i lati: le bande della droga di Harlem, la mafia con cui ha dei rapporti, il fratello poliziotto che sta per distruggere, l’ufficio del sindaco che teme quello che sa e chi può implicare, gli implacabili investigatori federali che vogliono metterlo dietro le sbarre, ma soprattutto, i suoi demoni.
Il film The Force sarà prodotto dalla Scott Free di Ridley Scott, dalla The Story Factory di Shane Salerno e da Kevin Walsh.
Ricordiamo che Ridley Scott ha intenzione di dirigere The Cartel, basato sempre su un libro di Winslow.

Trama:

Corruzione è il nuovo capolavoro di Don Winslow. Un romanzo imprescindibile su New York e sull’ America di oggi. Potevi aspettarti che finisse in galera chiunque. Il sindaco, il presidente degli Stati Uniti, persino il papa. Chiunque, ma non il poliziotto eroe, il detective Danny Malone – La Manhattan North Special Force, detta «The Force», imperversava sulle strade di Harlem come un vento gelido e violento che spazzava via ogni immondizia. Ma ora che Malone è finito in galera, quel vento non soffia piú. Malone e i suoi erano i piú svegli, i piú cazzuti, i piú veloci. Quelli che tenevano a bada «la giungla» e che a Natale, di tasca propria, regalavano il tacchino ai poveri. Negli anni Malone era riuscito a stipulare accordi con la mafia di Harlem e quella italiana per la gestione del «suo» territorio. Ad Harlem era di- ventato una specie di intoccabile, ma anche un sorvegliato a vista.
E quando nel piú grande sequestro di droga mai fatto a New York qualcosa è andato storto, «la sua città, la sua zolla, il suo cuore» lo hanno tradito.
All’ improvviso tutto gli si è rivoltato contro: le gang di spacciatori, la mafia, i colleghi della centrale, il sindaco, l’Fbi. Persino i suoi stessi demoni.

Winslow non smette mai di stupire, per noi drogati di letture crime, thriller e noir è una grande fortuna ed ogni sua pubblicazione una garanzia.
Non vedo l’ora di leggerlo.